Roma, 29/07/2010

 

UNA PESSIMA SCENEGGIATA

 

Ieri Confcommercio Fipe, Confesercenti Fiepet e, spiace dirlo, Assobar CNA, attovagliati con il Sindaco hanno firmato la resa della categoria accettando un aumento del 35% del canone concessorio OSP.

Che fosse in atto un gioco delle parti lo avevamo denunciato; il tutto, infatti, sa di pessima sceneggiata tanto più che, per voci pervenuteci, sembra certo che il Comune intendesse attestarsi su una linea del Piave del 15%.

La libido compromissoria delle cosiddette “Organizzazioni” di cui sopra rischia di costare a noi tutti una sconfitta secca poiché NON SI E’ NEMMENO TENTATO di verificare quale spazio di manovra o di trattativa realmente ci fosse.

Da parte nostra denunciamo il misfatto e NON MOLLIAMO!

Andiamo avanti per la nostra strada, la Disobbedienza Civile, a cui affiancare – per amore di giustizia – un’azione di responsabilità civile che gli aderenti alle “Associazioni” firmatarie dell’accordo del 06/04/06 potranno, volendo, promuovere nei confronti dei legali rappresentanti delle medesime.

Il nostro ufficio legale sta predisponendo una citazione da sottoscrivere collettivamente per richiedere i danni personalmente a coloro che hanno rifiutato di avvalersi nell’esercizio di un loro dovere d’ufficio – la difesa degli interessi dei propri associati – di uno strumento certificante la fondatezza e la giustezza delle rimostranze della categoria.

Ne vedremo delle belle!

IL PRESIDENTE
GUIDO CAMPOPIANO

 

 

 

 

 

HOME PAGE