NON C’E’ PEGGIOR SORDO...

... DI CHI NON VUOL SENTIRE.

 

Vero o no, On.le Tocci? Ci era sfuggito che il termine da Lei riservatosi per dare una risposta alle nostre proposte di modifica della Fascia Blu (16 febbraio) sarebbe venuto a cadere nel pieno del Carnevale e, quindi, lo scherzo (si fa per dire) dell’intervista comparsa oggi su Il Messaggero ci ha basiti; poi, guardando il calendario, abbiamo capito ma, ne sia certo, non abbiamo per niente riso.

Uso il “noi perché l’Associazione che presiedo è parte attiva di quel Coordinamento Centro Storico che Ella, mi consenta, ha preso bellamente in giro e che domani, ne sono certo, riceverà da Lei un definitivo, beffardo diniego alle ragionevoli proposte che le Associazioni di strada, con il progetto Arcipelago Verde, Le avevano sottoposto.

Oggi, Lei, ripete nell’intervista le stesse cose che ebbe a dire il Suo assistente, Sig. Scacco, ad un gruppo dì imprenditori in una riunione patrocinata, un tre mesi fa, dalla Confesercenti romana.

Cose, mi consenta, che non stanno né in cielo né in terra e che non le fanno onore; non crediamo, infatti, che un Amministratore - serio e preparato - possa letteralmente fare il gioco delle tre carte con cifre che sono tutte da dimostrare (2.500.000 auto non si spostano - giornalmente - nemmeno a Londra che - ci consenta - è un po’ più grande di Roma) o con altri numeri - questi invece consolidati - che chiaramente dimostrano come in un periodo di appena tre anni sui complessivi nove di esistenza della fascia Blu, le attività commerciali nel centro hanno subito una significativa falcidia. Ne è dignitoso che Lei gabelli per pacchi regalo degli autentici “PACCOTTI”.

Mi creda, domani cambi musica o saremo costretti, a nostra volta, a cambiare strumenti e, lasciati da parte clarinetto e violino, ad usare piatti, tamburi e tromboni.

Non la prenda come una minaccia, ma se Ella si ostinerà a fare il sordo dovremo pure, in qualche modo, farci sentire…

 

HOME PAGE