Roma, 07/05/2012

 

Riceviamo e rilanciamo il seguente comunicato a firma del Consigliere Municipale Fabrizio Sequi:

"Una demonizzazione demagogica delle occupazioni di suolo pubblico, una battaglia sul decoro solo mediatica , una gestione fallimentare di oltre anni venti da parte della stessa amministrazione con gli stessi indirizzi politici stanno facendo venire a galla la verità e cioè che si sta mettendo in ginocchio il commercio onesto del centro storico e non solo in un momento di grave crisi economica": questo è quanto dichiara il presidente della commissione trasparenza Sequi in merito all'approvazione dei piani di massima occupabilita' del centro storico da parte della giunta Corsetti. "Il caso emerso quest'oggi per piazza Sforza Cesarini dove si prevedono senza comprensibili motivi oltre il 70% di riduzione del suolo pubblico per attività commerciali su una piazza che di fatto è isola pedonale è l'emblema di quanto sta accadendo al centro storico : qualcuno ipocritamente parla di decoro e legalità sulla pelle di operatori onesti e senza motivo annuncia al mondo mirabolanti piani di massima occupabilità che sono illegittimi, impugnabili dagli interessati, giuridicamente lesivi dei principi di libera concorrenza e cronologicamente inapplicabili in questo modo per evidente disparità di trattamento": conclude Sequi aggiungendo: “chiediamo pertanto con urgenza un tavolo di confronto con le competenti commissioni del Campidoglio per fermare questa operazione fallimentare targata centro sinistra nel centro storico per rimediare ad una deliberazione scellerata del municipio centro storico.”

Cogliamo l’occasione per ricordare sia al Consigliere Sequi che al Presidente Corsetti le nostre perplessità riguardanti i dehors di Via Veneto; siamo certi che il Presidente Corsetti, così attento ai problemi di legalità, vorrà rispettare l’impegno assunto e verificare quale sia, sotto il profilo di legittimità, la situazione delle OSP “cementificate”.

Presidente, non ci deluda!

 

GUIDO CAMPOPIANO

 

HOME PAGE