Roma, 27/07/13

  

      

Ça ira!

 

 

     Agitarsi o, peggio ancora, attaccare a testa bassa senza un piano ed una strategia precisi e', quando si vuole combattere la mala politica e l'ottusa burocrazia comunale, la più rovinosa delle mosse.

     E' per questo che non ci sentiamo di condividere gli scomposti ed agitati propositi di quanti si illudono di risolvere gli antichi ed ormai incancreniti problemi della categoria con estemporanei mezzi di lotta quali l'occupazione del Campidoglio con tavolini, sedie ed ombrelloni.

     Stiamo parlando, a questo punto e' chiaro, delle associazioni di categoria dei pubblici esercizi che appaiono - stando a quanto scritto sul TEMPO da Damiana Verucci - preda di un raptus tardivo che - avendo le stesse per anni subito passivamente ogni soperchieria da parte di politici ed amministratori - rischia di non essere preso sul serio.

     Ci permettiamo di ricordare che ogni azione "sindacale" presuppone UNITA' di intenti e di azione e ciò sopratutto per evitare i disastri del passato la cui paternità, pur avendo nomi e cognomi precisi, e' stata sempre imputata alla sola dabbenaggine degli operatori che troppo spesso si sono affidati e fidati di "caporali" incapaci o, peggio ancora, collusi con la controparte.

     Quello che sta succedendo su tante piazze d'Italia ad opera di cittadini ormai stanchi di subire, ci deve far riflettere e spingere a solidarizzare con chi ha deciso di alzare la testa e dire: BASTA!

     E' per questo che invitiamo i responsabili delle associazioni romane che organizzano gli imprenditori dei PP.EE. a sedersi intorno a un tavolo per concordare - previa esclusione dei facinorosi e dei sabotatori ormai ben noti – un BEN ARTICOLATO PIANO DI LOTTA che preveda la coordinazione di ogni futura azione ANCHE con quanto sta avvenendo di simile sull'intero territorio nazionale; e' di ieri, ad esempio, la notizia di 26 ristoratori bolognesi che hanno deciso di passare alla DISOBBEDIENZA FISCALE.

Concludiamo assicurando che noi, come AOPECS e come FIRST, parteciperemo ad ogni futura iniziativa REALMENTE tesa a cancellare mala politica e strapotere burocratico dalla nostra vita.

PARTECIPIAMO COMPATTI ALLA MANIFESTAZIONE CHE I CITOYENS TERRANNO VENERDI' A ROMA.

 

  IL PRESIDENTE

Guido Campopiano

 

 

 

 

 

HOME PAGE