Roma, 16 Giugno 2005

 

        Per la prima volta nella loro storia le Organizzazioni che riuniscono, sia sotto l’egida della Confesercenti che della Confcommercio, gli operatori della somministrazione si sono date un coordinamento permanente per fronteggiare l’offensiva scatenata nei loro confronti da una amministrazione i cui esponenti sono, per motivi ideologici o per calcolo politico, in larga parte avversi.

        Non tutti, poiché in nome della ragionevolezza e del buon senso, politici accorti come Nitiffi ed altri stanno conducendo una meritoria battaglia in difesa di elementari principi quali la libertà di movimento e di impresa.

        A partire da oggi affiancheremo, in piena autonomia, il neonato coordinamento FIPE/FIEPET intraprendendo una azione di denuncia nei confronti di quanti, per mero calcolo politico personale, si sono iscritti al Partito dei Residenti oppure, perseguendo l’occulto disegno di trasformare la città in un “sistema economico integrato”, si prestano ad essere la longa manus di potentati economici la cui primaria necessità è quella di spazzar via dal mercato la piccola e media impresa.

        Di tutti questi “Reucci” della politica cittadina faremo i nomi per “denudarli” una volta per sempre dell’aura di “santità” con cui certa stampa – in omaggio al politicamente corretto – li ha circonfusi.

        Arrivederci alla prossima puntata.

HYSTRIX

 

 



HOME PAGE